Seleziona una pagina

LE FONDAMENTA NASCOSTE DELLE PIÙ IMPORTANTI START-UP MONDIALI (con esempi).

Attualmente in Italia si sente spesso parlare di start-up, ma non tutti hanno ben chiaro il concetto di questa locuzione. Con questo articolo cercherò di fare un po’ di chiarezza a riguardo, rispondendo alle domande più frequenti in materia.

Cos’è una start-up?

È un’azienda tecnologica all’inizio del suo processo di crescita, in possesso di determinate caratteristiche che la contraddistinguono dalle classiche imprese (es. pizzerie). La caratteristica principale è l’innovazione dei prodotti e servizi che vengono commercializzati. Un altro dettaglio importante che si nota, grazie all’analisi delle start-up che oggi sono divenute multinazionali, è il soddisfacimento di un bisogno. 

Cosa c’entra il concetto di problema-soluzione?

La start-up nasce nel momento in cui i fondatori hanno un’idea originale e, al contempo, l’atteggiamento giusto per concretizzarla. L’idea non deve necessariamente servire a risolvere grandi problemi, ma può soddisfare anche un bisogno minimo, che non pensavamo neanche di avere.

Quando ci imbattiamo in un problema, la maggior parte delle volte ci chiediamo: “ma perché nessuno ha ancora pensato ad una soluzione?” Beh, ecco come le start-up muovono i primi passi. Un problema irrisolto rappresenta un’opportunità da non sottovalutare, e solo delle menti acute riescono a vederla.

Problema soluzione startup

Ho bisogno di un team?

Lavorare da soli si può, ma non è molto efficiente. Il team ricopre un aspetto fondamentale per la riuscita di una start-up. Trovare collaboratori fidati e motivati è un passo che viene spesso sottovalutato, e la loro mancanza è uno dei tanti motivi per cui le start-up sopravvivono mediamente solo tre anni. Prima di scegliere i vostri futuri colleghi, selezionate le figure professionali che non possono assolutamente mancare; sfruttate le vostre conoscenze personali prima di utilizzare fonti esterne (come Linkedin), e dopo aver selezionato un pool di nomi papabili, condividete con loro la vostra mission aziendale. 

Vediamo come le più grandi aziende del mondo abbracciano i concetti sopracitati:

Facebook (2004)

Mark Zuckerberg, come molti giovani, era affascinato dal web a tal punto da dedicare più tempo al mondo digitale che alle lezioni universitarie. Il CEO di Facebook si accorse che, nonostante si potessero trovare notizie di ogni genere, mancava una piattaforma per ottenere informazioni personali (problema). Così, dopo svariati fallimenti, ebbe la geniale intuizione di Facebook (soluzione).

Facebook Startuo

Uber (2008)

I due fondatori, Garret Camp e Travis Kalanic, si trovavano a Parigi nel 2008 per partecipare ad una conferenza sul tema web & digital. I due, erano in ritardo e faticavano a fermare un taxi, cosí iniziarono una discussione sull’improduttività dei mezzi di trasporto per privati nelle grandi capitali (problema). Quel giorno nacque l’idea Uber che oggi permette di prenotare un veicolo privato con pochi semplici click (soluzione).

uber startup

Snapchat (2011)

Bobby Murphy ed Evan Spiegel, i due miliardari più giovani del mondo, mentre studiavano a Stanford, furono invitati a casa di un amico il quale, in preda al panico, confessò ai due di aver inviato una foto compromettente ad una ragazza ed era quindi alla ricerca di un modo per recuperarla (problema). Evan e il suo amico Bobby pensano ad un’applicazione, Snapchat, che invia foto le quali, dopo un po’ si autodistruggono (soluzione). Inizialmente l’app era utilizzata principalmente durante gli esami all’università per fare foto di nascosto e sbarazzarsi delle prove, poi gli utenti più giovani hanno iniziato ad utilizzarla come sostituto di WhatsApp.

Snapchat startup

Tinder (2012)

Sean Rad e Justin Mateen erano già due imprenditori di discreto successo prima di fondare l’app per appuntamenti più famosa al mondo. Prima della comparsa di Tinder, siti web dedicati al dating esistevano già, ma non erano molto popolari a causa di un fattore che accomunava tutta la gente che NON li utilizzava: la paura del rifiuto (problema). Per risolvere questo problema, i due pensano a ciò che oggi è chiamato: “dating match” ovvero, una soluzione molto semplice che permette di mettere due persone in contattato, solo se entrambe sono interessate, dopo aver visualizzato le foto dal profilo ed altre eventuali informazioni personali (soluzione).

Tinder startup

Conclusione: in questo breve articolo abbiamo trattato il tema start-up sotto un punto di vista più ideologico ed umanistico. Le più grandi aziende del mondo sono nate da intuizioni mai cercate. Empatia, lavoro di squadra e voglia di realizzarsi, sono stati gli ingredienti chiave che hanno dato vita a piattaforme diventate essenziali, per farsi strada nel mondo ultra-digitalizzato in cui viviamo oggi.

Se ti piace l’argomento start-up può leggere anche questo articolo

Mattia